Di questo produttore vi ho già parlato qui, quando ho provato la loro ricotta a scorza nera. Vi ho già raccontato del bellissimo posto in cui si trova, della gentilezza di Gregorio Rotolo, del suo agriturismo, e delle tradizioni legate ai suoi prodotti (formaggi, salumi etc.).

Per fare questo formaggio, che il signor Gregorio (a proposito se volete guardarlo in faccia eccolo qua!) mi ha descritto come un erborinato, si usa una tecnica simile a quella del gorgonzola (e pure questa appena me la spiegano ve la spiego, eh), ma senza inoculare penicillium: come al solito vi descrivo per bene i passaggi (e speriamo di aver capito tutto!).

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.

 

Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato in passato sul sito è semplicemente Nome e Cognome), e la password che ti abbiamo inviato via mail con la tessera.
Se selezioni l'opzione Ricordati di me dovrai farlo solo la prima volta.

 

Sei già socio? Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)