Al tavolino della cucina di mio fratello, immersa nella mia amata/odiata Napoli, vi racconto (durante le feste di Natale, e pure di domenica!!!) un dolce antico e molto partenopeo, immancabile durante le feste di Natale della mia infanzia — farcite di nonni, zii e cugini — e indizio inequivocabile della festa che noi teneri (più o meno) virgulti preferivamo.
roccocò napoletani ricetta
Se c'erano i roccocò c'era il Natale, si andava a letto quasi all'alba e distrutti, e si stava a tavola tantissimissimo tempo. Quest'ultima usanza l'ho un po' abbandonata: non ce la faccio proprio a star ferma più di una mezz'oretta. Però il cibo no, quello è rimasto nelle mie radici.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.

 

Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato in passato sul sito è semplicemente Nome e Cognome), e la password che ti abbiamo inviato via mail con la tessera.
Se selezioni l'opzione Ricordati di me dovrai farlo solo la prima volta.

 

Sei già socio? Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)