Che, per caso lo trovate un po' dissacrante il titolo? Diciamolo, 'sta pasta madre nel tempo è diventata troppo presente. Ingombrante (gente che ne ha tipo cinque o sei qualità, divise per farina con cui vengono alimentate), esigente (e fagli il bagnetto, e mettici il cucchiaino di miele, e trattala con delicatezza), capricciosa (no, oggi non cresco, devi fare il pane? E chissenefrega!) e pure aggressivo-passiva (se non mi nutri io morirò, e tu non vuoi uccidermi, veeeeeroooo?!).
pasta madre gestione facile
Insomma se aveste una fidanzata/o così, da quanto l'avreste lasciata/o? Se non siete masochisti come lo zac, intendo O:-). Anch'io, devo ammetterlo, un po' perché sono insofferente a qualsiasi tipo di dipendenza, un po' perché la panificazione è un gorgo che sai quando ne entri e non sai quando ne esci, e finisci per avere tempo di fare solo quello (no ma io devo spaziare, non ce la posso fare a trascurare tutte le altre cose buone che ci sono in cucina), un po' perché volevo limitare il glutine (limitare, non eliminare) per eccesso di consumo dallo svezzamento a oggi, negli ultimi tempi l'ho molto trascurata.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.

 

Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato in passato sul sito è semplicemente Nome e Cognome), e la password che ti abbiamo inviato via mail con la tessera.
Se selezioni l'opzione Ricordati di me dovrai farlo solo la prima volta.

 

Sei già socio? Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)