Io, per me, quando l'ho visto per la prima volta (prima di una lunga serie: conosco a memoria ogni singola scena di quel film) sono uscita fuori dalla sala del cinema abbastanza sconvolta. Parlo del primo; il due e il tre li ho trovati penosi – una resa o un imbroglio – non saprei come definirli.

uscire da matrix

Subito dopo non facevo che pensare: "ma che, si possono dire queste cose in un film? Mostrare la realtà così spudoratamente, e glielo fanno fare? O forse siamo a tal punto inebetiti che chi di dovere ha lasciato con leggerezza che un messaggio così importante arrivasse al pubblico, senza pensare che ancora qualcuno c'era, che avrebbe potuto capire. E ricordare, come in un sogno, ciò che siamo, o meglio ciò che siamo nati per essere?"

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.

 

Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato in passato sul sito è semplicemente Nome e Cognome), e la password che ti abbiamo inviato via mail con la tessera.
Se selezioni l'opzione Ricordati di me dovrai farlo solo la prima volta.

 

Sei già socio? Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)