Ormai non manca molto a Natale, e prometto che dal prossimo post in poi non farò altro che pubblicare dolci e altre cose buone da provare per le feste; intanto vi racconto una cosa che sta succedendo in Puglia, che gira poco o nulla sui normali canali di informazione e che invece bisogna assolutamente sapere, non solo per il fatto in sé, ma anche e soprattutto per accorgersi delle logiche malate che ruotano attorno all'agricoltura e di conseguenza alla nostra alimentazione e salute.

olivo scandriglia
(Olivi sabini — scatto fotografico di Andrea Massimiani)

Qualche mese fa è saltato fuori un allarme piuttosto preoccupante riguardo alcune antiche cultivar di ulivi salentini: negli ultimi due o tre anni questi alberi si sono ammalati. Soprattutto da un anno a questa parte le loro cime si stanno seccando e si profila lo spettro di un attacco di un batterio chiamato Xylella fastidiosa, cosa molto singolare, in quanto questo batterio nei millenni non ha mai attaccato l'olivo, e anzi normalmente non è neanche patologico per questa specie vegetale.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.

 

Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato in passato sul sito è semplicemente Nome e Cognome), e la password che ti abbiamo inviato via mail con la tessera.
Se selezioni l'opzione Ricordati di me dovrai farlo solo la prima volta.

 

Sei già socio? Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)